Terremoti in California: “Perdite per almeno un miliardo di dollari”

Il governatore Newsom ha proclamato lo stato di emergenza nella contea di San Bernardino, colpita dal sisma di venerdì notte

I terremoti nella California meridionale potrebbero causare perdite economiche per almeno un miliardo di dollari, poco meno dell’1% del Pil Usa. E’ la stima della U.S. Geological Survey (Usgs), l’agenzia scientifica del governo americano che studia il territorio, le sue risorse naturali e i rischi naturali che lo minacciano. Intanto, il governatore Newsom ha proclamato lo stato di emergenza nella contea di San Bernardino, teatro del secondo sisma.

La seconda scossa di terremoto registrata nella California del Sud, registrata a 17 chilometri di profondità, secondo l’ultimo bollettino della U.S. Geological Survey (Usgs), ha causato incendi, in gran parte per fughe di gas, rotture delle tubazioni dell’acqua e cadute della rete elettrica in parte di Ridgecrest, una cittadina di circa 27mila abitanti a 200 chilometri a nordest di Los Angeles, tra i parchi nazionali della Death Valley e del Sequoia Forest.

Fughe di gas e crollo di edifici nel vicino villaggio di Trona, che ha 2.000 abitanti. Lo riferisce Mark Ghilarducci, direttore dei servizi di emergenza statali. Nessun ferito grave e nessun danno rilevante al momento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close