Paola Caruso: “Non lavoro da tre mesi. Di noi artisti non si preoccupa nessuno”

il lockdown e l’assenza di prospettive lavorative anche nella fase 2 dell’emergenza sanitaria preoccupa non poco Paola Caruso, ex Bonas di ‘Avanti un altro’ e presenza frequente nei salotti televisivi di Canale 5, che ha raccontato la sua personale situazione in un’intervista al settimanale Nuovo. “Non lavoro da tre mesi e non so quando potrò tornare a farlo. Di noi artisti nessuno si preoccupa perché ci vedono come una classe privilegiata e spesso dicono che non facciamo niente”, ha confidato la donna parlando della crisi in cui versa il settore dell’intrattenimento: “Purtroppo pensano solo ai calciatori, che hanno avuto il coraggio di lamentarsi per la riduzione dei loro stipendi milionari. È assurdo”.“

Paola Caruso: “Sono preoccupata per il futuro di mio figlio”

Paola Caruso sta trascorrendo questi mesi solo insieme al figlio di un anno, Michele, lontano dall’affetto della madre adottiva e di quella biologica ritrovata grazie al programma ‘Live – Non è la d’Urso’. Ed è al suo bambino che va il suo pensiero oggi: “Cosa mi preoccupa di più? Il futuro di mio figlio”, ha affermato la showgirl amareggiata anche perché le sue nonne al momento non possono stare con lui: “È stata una ferita al cuore che non si è ancora rimarginata. Per me è straziante pensare che non possano trascorrere il tempo con il loro nipotino”.

Infine: “Avrei potuto fare una fuga per raggiungere le mia mamme prima del lockdown ma non me la sono sentita sia per un senso di responsabilità, sia perché non mi sarebbe sembrato corretto”, il suo commento rispetto alla scelta di trascorrere la quarantena lontana dai suoi affetti più cari.“

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close