Padova, uomo corre senza mascherina e viene picchiato a sangue

L’ingegnere ha raccontato: “C’è un clima di caccia alle streghe”.

Un ingegnere di Sant’Agostino di Albignasego, in provincia di Padova, è stato brutalmente aggredito per strada mentre correva in compagnia del suo cagnolino. L’uomo di 50 anni stava facendo jogging ma non indossava la mascherina ed è per questo motivo che è diventato bersaglio di insulti e minacce da parte di due uomini, un padre e un figlio, che si trovavano dall’altra parte della strada.

Il cagnolino del runner si è fermato, costringendo anche il padrone a farlo: a quel punto, l’ingegnere ha risposto ai due uomini, sottolineando il fatto che loro fossero, invece, sprovvisti di guanti. In quel momento la situazione sarebbe degenerata e il padre con il figlio avrebbero aggredito e picchiato il 50enne, che è poi finito in ospedale con il volto tumefatto e il naso fratturato per una prognosi di 30 giorni.

“Stavo correndo in tenuta sportiva – ha raccontato l’uomo al Mattino di Padova – avevo una felpa intorno al collo, pronto ad alzarla sul viso se avessi incontrato qualcuno. In linea d’aria ero a un centinaio di metri da casa. Non c’era anima viva, ero solo con il mio cagnolino – ha concluso – c’è un clima da caccia alle streghe”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close